• Home
  • News
  • Premio letterario René Willien 2019

Premio letterario René Willien 2019

09 aprile 2019

Nel quadro de Les Journées de la Francophonie 2019, lo scorso lunedì 25 marzo, presso la sala Maria Ida Viglino del Palazzo regionale di Aosta, l'Assessore al Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali, Laurent Viérin, e il rappresentante del Centro culturale René Willien, Roberto Willien, hanno conferito i premi della XXVa edizione del premio letterario René Willien. La cerimonia di premiazione è stata organizzata dalla Presidenza della Regione in collaborazione con il centro culturale ed è stata istituita con l'obiettivo di rendere omaggio alla memoria di René Willien, scrittore francoprovenzale, dal talento originale e profondo. L'iniziativa, che si propone di far conoscere al mondo letterario l'opera e i legami con la cultura valdostana di questo autore, vuole essere, inoltre, di stimolo alla realizzazione di nuovi progetti editoriali d'interesse storico, culturale, sociale, geografico e etnografico.

Quest'anno il primo premio è stato assegnato alla casa editrice AVAS e alla Tipografia Duc, editori dell'opera Sen alà soutta… Jeunes valdôtains à la granta guéra di Stefania Roullet e Carlo A. Rossi.

Il secondo posto è stato conferito alla casa editrice Le Château per l'opera Les Carnavals alpins en Vallée d'Aoste,scritto da Alexis Bétemps.

Il terzo premio è stato consegnato alle Edizioni La Selva per l'opera Memoria di cose lontante – Mémoires d'autrefois. La vita in Valle d'Aosta nell'opera di Guido Diémoz. La vie en Vallée d'Aoste dans l'oeuvre de Guido Diémoz.,di Vincenzo Bixio e Gabriella De Munari Bixio.

La giuria ha inoltre segnalato due opere, attribuendo loro una menzione speciale:

  • Corarius lavorazione artigianale di pelle e cuoio, edita da AVAS, di Felice Cino Apostolo;

  • Émigrés 2.0 – Valdostani nel mondo, edita da Musumeci Editore, di Michela Ceccarelli.

Giovedì 2 maggio, alle 17.00 in piazza Chanoux, ad Aosta, i vincitori della XXVa edizione del premio letterario René Willien presenteranno al pubblico le loro opere all'interno dello spazio culturale Les Mots.